TORNEO CON LA SCURE

 

torneo di tiro con la scure franca in occasione del palio di San Donato

(momentaneamente sospeso)


Nasce dal confronto con realtà di ricerca storico medievale, di altre città del Friuli, Gradisca, Strassoldo e Trieste, in un torneo denominato "Torneo di tiro alla scure tra le città storiche". L'avvio è stato dato dal gruppo storico di Gradisca e fatto proprio dalle altre realtà inserendolo nelle manifestazioni rievocative delle proprie città. A Cividale è stato inserito nel Palio di Cividale o di San Donato anche se non concorre per l'assegnazione dell'ambito trofeo cividalese. Le squadre di tiro con l'ascia sono formate da quattro tiratori più un quinto che concorre ai tiri dalla lunga distanza da 12 metri in poi. L'ascia che si usa, da regolamento, è denominata fransisca, un'arma in uso nell'esercito franco nell'alto medioevo. Il suo peso è di circa 900 grammi ed è immanicata su un legno di ca 35 cm. La squadra cividalese è parte integrante del gruppo storico dell'Associazione per lo sviluppo degli studi storici ed artistici di Cividale e in questo ambito si occupa in accordo con la Compagnia di Marquardo anche della ricerca storica finalizzata anche al miglioramento degli aspetti filologici rievocativi delle manifestazioni cividalesi


a cura del Gruppo Storico di tiro con l'ascia dell'Associazione per lo Sviluppo degli Studi Storici ed Artistici di Cividale


REGOLAMENTO VALIDO PER I TORNEI DI TIRO CON LA SCURE FRANCA

  • 1) Le squadre sono composte da 4+1 elementi ciascuna con eventuali riserve.

  • 2) Ciascuna squadra avrà a disposizione un tabellone.

  • 3) Ad ogni turno di tiro prende parte un componente di ogni squadra.

  • 4) Il tiro finale prevede squadre in linea con tutti o parte dei componenti. Ad ogni squadra vengono affidati 1 o 2 tabelloni a seconda delle disponibilità. Si potranno quindi verificare tiri articolati su più turni.

  • 5) Per il tiro finale in linea la distanza sarà quella corrispondente ad una rotazione.

  • 6) I tiri previsti corrispondono al numero di rotazioni della scure: 1 - 1,5 - 2 - 2,5 (orientativamente 4 metri, 6 metri, 8 metri, 10 metri) più un tiro da eseguire in corsa con scudo alla distanza di una rotazione (circa 4 metri)

  • 7) I punteggi variano a seconda che venga colpita la zona centrale (circa 40 cm) o quelle laterali del tabellone(circa 20 cm per parte):


a 4 metri:

a 6 metri:

a 8 metri:

a 10 metri:

3 punti al centro

4 punti al centro

5 punti al centro

6 punti al centro

1 punto ai lati

2 punto ai lati

3 punto ai lati

4 punto ai lati


 

Dunque il numero massimo di punti raggiungibile da ogni componente di ciascuna squadra è pari a 28. E' possibile, durante la gara, cambiare arma, purché questo non comporti eccessivo ritardo per gli altri partecipanti. E' previsto un punteggio a squadre che consentirà di assegnare il Palio ed un punteggio individuale da cui risulterà il miglior lanciatore della giornata. In caso di parità nei punteggi individuali si procederà ad uno spareggio che si svolgerà fra i lanciatori a pari merito con le stesse modalità previste per la gara. In caso di ulteriore parità fra due o più lanciatori si effettueranno tiri a tre rotazioni (intorno ai 12 metri). In caso di parità fra due o più squadre, ogni squadra indicherà un proprio rappresentante che gareggerà per lo spareggio. Prima dell'inizio del torneo ogni squadra avrà un tempo di 20 minuti per impostare le distanze e decidere le sequenze di tiro che ogni capitano comunicherà ai giudici. I tiri dalle singole distanze saranno effettuati al segnale del direttore di linea di tiro e non prima. Per motivi di sicurezza , solo quando il direttore della linea di tiro libererà la linea di tiro i lanciatori potranno andare a ritirare la scure pena la squalifica. Al termine della gara si svolgerà un torneo individuale in cui gli sfidanti si affronteranno in una gara di distanza utilizzando la scure franca. Ognuno chiamerà una distanza e vincerà chi raggiungerà quella maggiore. La soglia di accesso saranno i 12 metri (3 rotazioni) ed ogni tiratore avrà a propria disposizione 3 tiri.